Il vero vantaggio del Mutuo Inpdap

Acquistare casa è il sogno di molti italiani: nel nostro paese possedere una abitazione di proprietà è una delle esigenze più sentite.

Il scegliere Mutuo Inpdap permette agli aventi diritto di ottenere credito a condizioni molto vantaggiose, se si intende acquistare la prima casa. Tale opportunità è riservata ai dipendenti pubblici e ai pensionati, iscritti alla “Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali”, istituita dall’ente.

Come vedremo, il vero vantaggio del Mutuo Inpdap, non sta tanto nel tasso in sé (molto conveniente), ma nel fatto che questo tasso è garantito indipendentemente dalla cifra richiesta.
Stando al regolamento attuale, nel caso di mutuo a tasso variabile Inpdap, le rate sono indicizzate rispetto all’Euribor a 6 mesi, maggiorato di 0,90% di spread.

Finanziamento fino al 100% dell’immobile

Nei mutui tradizionali, il tasso aumenta al crescere dell’importo richiesto. In particolare, occorre considerare, in percentuale, quanto viene richiesto in proporzione al valore dell’immobile.

Facendo un esempio pratico: il signor Mario vuole acquistare una casa del valore di 200mila euro, e decide di stipulare un mutuo.

Con i mutui tradizionali, gli risulterà quasi impossibile trovare un istituto bancario che gli conceda l’intera somma. Con il Mutuo Inpdap, invece, Mario potrebbe ottenere un mutuo di 200mila euro (il 100% del valore dell’immobile).
Il vantaggio non finisce qui: il tasso che gli verrà concesso dall’Inpdap sarà sempre quello indicato prima.

Con i mutui tradizionali, il tasso cresce quanto più cresce la percentuale di finanziamento. Di seguito un prospetto di quanto si può risparmiare, calcolato con tassi medi realmente offerti a Ottobre 2014. Facciamo notare che le rate del mutuo variabile Inpdap sono semestrali (si pagano 2 volte l’anno).

Tasso      Importo Rata    Num Rate    Spesa Annuale
Mutuo Inpdap                              1,203%        € 5.640,55               2            € 11.281,10
Mutuo – Finanziamento 50%    2,082%       € 1.019,55              12           € 12.234,60
Mutuo – Finanziamento 75%    2,582%       € 1.067,81              12           € 12.813,72
Mutuo – Finanziamento 90%    3,082%       € 1.117,42              12           € 13.409,04

La simulazione di cui sopra è calcolata su un mutuo ventennale, di 200mila euro, con tassi reali.
Oltre al tasso nettamente più basso, potrete notare quanto si diceva in precedenza: il vantaggio del Mutuo Inpdap è molto marcato nel caso in cui è più alta la percentuale di finanziamento con mutuo.

Con il Mutuo Inpdap, il signor Mario spenderebbe sempre 11.281,09 euro di rate annualmente. Rispetto agli altri mutui, se 200mila euro fosse il 90% del valore dell’immobile, si risparmierebbero più di 2.000 euro ogni anno.

L’ente Inpdap / Inps si impegna a soddisfare tutte le richieste di mutuo, se i richiedenti ne hanno diritto. Unico limite è il budget a disposizione delle varie regioni, che viene stanziato all’inizio di ogni anno.
Qualora le richieste eccedano tale budget, verrà stilata una graduatoria secondo i criteri descritti nel regolamento. In ogni caso, se la richiesta non viene soddisfatta, il richiedente può richiedere nuovamente il Mutuo Inpdap nella finestra successiva di presentazione della domanda (ce ne sono 3 ogni anno, nei primi 10 giorni di gennaio, maggio e settembre).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *