Il vero vantaggio del Mutuo Inpdap

Acquistare casa è il sogno di molti italiani: nel nostro paese possedere una abitazione di proprietà è una delle esigenze più sentite.

Il scegliere Mutuo Inpdap permette agli aventi diritto di ottenere credito a condizioni molto vantaggiose, se si intende acquistare la prima casa. Tale opportunità è riservata ai dipendenti pubblici e ai pensionati, iscritti alla “Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali”, istituita dall’ente.Maggiori informazioni

La sigaretta elettronica non fa male: ecco il parere di alcuni medici

Parlando di sigaretta elettronica, si deve sottolineare che, grazie alla sua diffusione, questo dispositivo sta diventando sempre più presente tra le preferenze di coloro i quali vogliono smettere di fumare. Tuttavia, è necessario analizzare quello che è il rapporto tra sigaretta elettronica e salute, non si può prescindere dall’ascoltare tutte le campane: c’è, infatti, chi dice che questo dispositivo di ultima generazione fa male e chi, invece, sostiene l’esatto contrario. Maggiori informazioni

IL GRANDE BLU

Un mondo sommerso, ignoto, immerso nel silenzio e illuminato da splendidi colori, un’incredibile avventura. Ragioni più che sufficienti per immergersi.

Maggiori informazioni

Indovina chi prepara la cena dopo una giornata di duro lavoro?

Ventilato o con grill, cuoce, scalda, scongela, fa la pizza, i dolci, i pop corn, è veloce, pratico e, quando ha finito, si spegne da solo o lancia segnali acustici… un vero alleato in cucina.

Entrati prepotentemente nelle case degli italiani, i forni a microonde stanno vivendo una seconda giovinezza e oggi puntano in alto. Aspirano, nemmeno molto velatamente, a sostituire il vecchio forno tradizionale nelle nostre cucine.

Basta dare un’occhiata ai dépliant (e ai prezzi) dei modelli in commercio per rendersi conto di quali ambizioni abbiano, con tutte le funzioni una volta proprie solo dei parenti più grandi. Ventilati, con grill, con l’opzione scongelamento, quella dedicata alla cottura della pizza, quella per fare dolci… gli attuali microonde, di certo, non si limitano più solo a rendere comoda la vita a chi, rientrato a casa, vuole tirare fuori dal freezer una pietanza e consumarla rapidamente. I moderni forni, infatti, promettono le stesse prestazioni di un apparecchio a gas.

Già FATTO?

Ma come funzionano questi geni della cucina? Il principio è relativamente semplice: emettono microonde a una velocità di 2,5 miliardi di oscillazioni al secondo provocando la vibrazione delle molecole di acqua e di grasso dell’alimento. Proprio questo stato “di agitazione” è alla base della cottura, dato che il movimento produce calore e
cuoce dall’interno il cibo.

Questo tipo di preparazione ha diversi vantaggi nutrizionali: consente di preservare una maggior dose di vitamine, perché è molto più veloce rispetto a quella di un forno tradizionale, e disperde meno sali minerali dato che non richiede 1’aggiunta di acqua e olio. Consente, inoltre, piatti più dietetici poiché non ha necessità di grassi.

In questo modo, poi, non si rischia la formazione sul cibo della crosta carbonizzata (come quella dell’arrosto troppo cotto) che contiene sostanze cancerogene. Effetti benefici, infine, ci sono anche nell’economia domestica, soprattutto quando si confronta un microonde con un forno elettrico. Con il primo, infatti, si riducono i tempi di cottura e non è necessario il preriscaldamento, con un risparmio che può arrivare anche al 50-70 per cento.

Qual buon VENTO

Una volta convinti dai molti benefici del microonde, non resta che avventurarsi tra decine di marchi e modelli differenti e affrontare la selezione, tenendo conto che esistono, sostanzialmente, tre tipi di forni base.

Microonde semplice. Scongela e riscalda ma cuoce perfettamente solo alcuni tipi di alimenti (verdure e pesce, per esempio). Se provate, infatti, a mettere in forno un rollè o un cosciotto di pollo o di agnello, alla fine della cottura vi troverete di fronte a un piatto di… lessi. Da consigliare solo a chi lo utilizza in associazione con il forno tradizionale.

Combinato con grill. Il grill, esattamente come quello dei parenti a gas, è posto nella parte superiore del forno e trasmette per irraggiamento il calore alla superficie dei cibi. Questa famiglia di microonde ha tutte le potenzialità della precedente, ma consente anche di gratinare e dorare in superficie. In questo modo si può utilizzare per preparazioni a base di pasta, pesce, carni e verdura. Combinato e ventilato. L’ultima (e la più cara) tra le classi di microonde unisce anche la ventilazione, che cuoce per circolazione di aria calda come un forno tradizionale. In questo modello, alla ventola è accoppiato il grill Praticamente
perfetti per mandare in pensione il vecchio forno, sempre che abbiano una spazio sufficiente per ospitare le stesse pietanze.

IN BALIA delle onde

Quanti di voi non hanno mai sentito sussurrare voci e dicerie sui presunti effetti dannosi delle onde sugli alimenti? In qualche caso, si è arrivati perfino ad accusarle di effetti cancerogeni sull’uomo.
Ebbene, vale la pena chiarire che si tratta di pure invenzioni.

Non solo non si può sostenere che la cottura al microonde sia cancerogena ma, come abbiamo visto, in molti
casi è addirittura da preferire a quella tradizionale. Il dubbio che le microonde potessero alterare la struttura degli alimenti, sollevato da alcuni studiosi inglesi, è stato poi smentito da una ricerca condotta dall’ International Life Science Institute, che non ha riscontrato alcuna alterazione significativa della struttura degli alimenti. Scaldato al microonde o a bagnomaria il latte (tanto per fare un esempio) presenta gli stessi valori proteici. Così come è da smentire la convinzione che gli alimenti continuino a irraggiare, anche dopo la cottura. L’emissione di onde, infatti, cessa un miliardesimo di secondo dopo l’arresto del forno. Continua, invece, ancora per qualche secondo 1’agitazione delle molecole provocata dalle onde e, quindi, la cottura dell’alimento

Ossobuco in cremolata

È uno dei fiori all’occhiello della cucina meneghina

Ossibuchi in cremolata, che squisitezza.

INGREDIENTI (per 4 persone)

  • 4 ossibuchi
  • 50 g di burro
  • prezzemo
  • vino bianco e brodo
  • farina
  • aglio, cipolla, prezzemolo e limone
  • 1/2 tazza di passata di pomodoro
  • sale e pepe
  • 400 g di pisellini surgelati

Sono, con risotto giallo e panettone, il fiore all’occhiello della cucina meneghina. Cos’è la cremolata?

È un delicato trito di buccia di limone, solo la parte gialla, prezzemolo e appena un pezzettino d’aglio. Si aggiunge solamente a fine cottura agli ossibuchi e li rende particolarmente profumati e appetitosi. È proprio la cremolata a distinguere gli ossibuchi alla milanese da altre, pur ottime, preparazioni regionali. Non sono difficili da preparare ma la cottura è un po’ lunga, come usava una volta. Provateli in una fredda domenica invernale: vi scalderanno il cuore. Acquistate dal vostro fornitore di fiducia gli ossibuchi di vitello e fateveli tagliare piuttosto alti, almeno un paio di centimetri. Vi serviranno, inoltre, burro, farina, pisellini surgelati, vino bianco, brodo (anche di dado), passata di pomodoro, una cipollina e, come abbiamo già scritto, limone, aglio e prezzemolo.

Prendete un tritatutto e preparate la cipolla tritata. Lavate il limone, preferibilmente non trattato, e grattate tutta la buccia gialla. Lavate il prezzemolo e tritatelo con mezza fettina d’aglio (o più se non vi disturba), poi unitelo al limone e mescolate bene. Prendete gli ossibuchi e con le forbici praticate delle incisioni regolari lungo i bordi: serviranno a non farli “arricciare” durante la cottura. Infarinateli, scuoteteli per eliminare l’eccesso, quindi fateli rosolare in una noce di burro appena sciolta. Girateli e cuoceteli anche dall’altro lato, poi irrorateli con il vino e fatelo evaporare compietamente. Intanto in un’altra casseruola avrete fatto appassire la cipolla tritata nel rimanente burro. Unite alla cipolla i piselli e fateli insaporire per qualche minuto. Aggiungete nella casseruola anche gli ossibuchi già scottati, mezza tazza di passata di pomodoro e qualche cucchiaio di brodo caldo. Incoperchiate e abbassate al minimo la fiamma. Dovranno cuocere per almeno tre quarti d’ora, finché non riuscirete a trapassarli con la forchetta. Di tanto in tanto controllate che non si asciughino troppo e, nel caso, unite altro brodo caldo. Quando gli ossibuchi saranno cotti, salateli, pepateli e unite la cremolata. Spegnete subito, la cremolata non deve cuocere altrimenti perde il profumo. Servite con risotto giallo o fa un soffice puré di patate.

Migliorare le prestazioni dell’Iphone.

iphoneStiamo parlando del telefono più versatile e richiesto sul mercato, l’Iphone il quale offre funzionalità incredibili che includono: chat video, Bluetooth, fotocamera digitale, solo per citarne alcune.

Esso corrisponde in tutto e per tutto a un computer portatile di piccole dimensioni, con uno schermo sensibile al tocco e una memoria a molti GB capaci di contenere una quantità illimitata di canzoni, video, film o altri documenti, che include la funzione di telefono cellulare, Ipod, macchina fotografica, sveglia, e-mail, e un’infinità di altre, rendendolo uno status symbol a livello mondiale.

L’utilizzo semplice e intuitivo risponde a un movimento del dito, anche un bambino sarebbe in grado di usarlo, cosa che altri telefoni cellulari non possono vantare.

L’Apple, rilascia continuamente nuove versioni con caratteristiche e interfaccia uniche, migliorando le versioni precedenti che già corrispondevano a un qualcosa di eccezionale.

Prova di ciò è che nonostante l’attuale crisi economica, quando è fissata la data di un nuovo rilascio per l’Iphone, la gente si mette in coda fuori dai negozi per assicurarsene pochi secondi dopo che le porte sono aperte per offrire il nuovo dispositivo.

L’Apple rivede continuamente le prestazioni del dispositivo, conferendogli un aspetto più elegante, più robusto e attraente di quello precedente, facendogli raggiungere qualità impressionanti in una piccola dimensione che non sia d’ingombro a chi lo usa.

L’Iphone però non è popolare solo per il suo design, ma anche per il continuo miglioramento al suo interno che gli consente una velocità sempre maggiore rispetto alla versione precedente.

Purtroppo quando il telefono è bloccato, impone delle restrizioni nel trasferimento tramite Bluetooth come per esempio nell’applicazione del controllo remoto tramite computer e altre limitazioni al tethering che permette di usare il telefono con un modem.

A cosa vi offre l’accesso lo sbloccare l’Iphone

Sbloccare l’Iphone offre un accesso illimitato ad applicazioni che migliorano lo stile di vita offrendo libero accesso a software gratis e funzionanti allo stesso modo di quelli acquistati nell’Istore.

Vi sono state un sacco di discussioni e di speculazioni sul soggetto ma alla fine tale operazione è notevolmente vantaggiosa e per nulla d’illegale.

Uno degli accorgimenti importanti, consiste nel determinare il giusto software per sbloccare il proprio dispositivo, il quale deve assicurare una nota serietà per non incorrere nel rischio di rovinare il proprio telefono o consentire a individui disonesti di inserire all’interno di virus in grado di rubare i propri dati personali.

Le perplessità sono molte ma la differenza tra un Iphone sbloccato e uno che non lo è sono molte, per citarne alcune, si apre l’accesso a qualsiasi tipo di software, giochi, film, musica, e-book e qualsiasi altra cosa che vi possa venire in mente. La cosa importante è sapere come sbloccare un iphone.

Scegliere il giusto software per sbloccare l’Iphone

Il compito è diventato molto semplice, richiede solo pochi minuti e molta attenzione nel scegliere il giusto software che sblocchi il vostro Iphone in completa sicurezza e senza causargli dei danni irreparabili.

Generalmente il software acquistato consente di sbloccare più Iphone, cosicché una sola spesa sia sufficiente a un’intera famiglia, rendendo il costo dello sblocco davvero irrisorio.

Prima di avventurarvi in questa operazione, se non siete degli esperti prendete le giuste informazioni per non rischiare di perdervi nella miriade di offerte on-line (anche gratuite) ma che, nel migliore dei casi, lascerebbero il vostro telefono bloccato come prima di procedere.

Per evitare completamente tale fastidio, prendete in considerazione la possibilità di assicurarvi al momento dell’acquisto, che esso non sia bloccato in primo luogo.

Generalmente questa restrizione è applicata quando il telefono è comprato a riscatto ovvero “si paga” attraverso degli abbonamenti obbligatori fino a quando la cifra concordata sia stata raggiunta e il telefono diventa realmente di vostra proprietà.

Migliorando le prestazioni del vostro iPhone, contribuirà a rendervi la vita più semplice e divertente.